Marcia indietro della Giunta Comunale sul trasferimento TIBUS ad Anagnina 

Apprendiamo che ieri in Consiglio Comunale si è sancita almeno una parziale retromarcia sulla delibera di Giunta che stabiliva lo spostamento delle autolinee che attualmente si attestano al Terminal della Stazione Tiburtina.
Siamo convinti che la città abbia bisogno di diversi poli di attestazione per le linee a lunga percorrenza, a seconda della loro provenienza geografica.
Quindi il Terminal di Anagnina, seppur non certo nelle attuali condizioni, potrebbe essere idoneo per le linee entranti dal quadrante Sud della città. Ogni territorio può e deve fare la sua parte.
Raggiunto l'obiettivo attraverso l'azione coordinata, larga e confluente, rilanciamo quindi la necessità di riqualificare il quadrante "Terminal Anagnina", la criticità del Nodo l'abbiamo posta in evidenza già da diversi anni a tutte le Amministrazioni comunali fin qui succedutesi. Chiediamo a questa ultima di attivarsi con determinazione. Lo speriamo e lo chiediamo con convinzione. La situazione del Terminal Anagnina e dei relativi collegamenti viari sono al collasso, parliamo di un ingresso alla città ove confluiscono ogni giorno con le loro auto decine di migliaia di cittadini provenienti dall'hinterland ed oltre, e dove - ultimo ma non per ultimo - vi sono i capolinea degli autobus per i collegamenti urbani ed extraurbani. Tutti vengono sospinti in un budello di viabilità da circo equestre. Da ciò scaturisce il nome che abbiamo dato alla condizione attuale: Nodo di strangolamento.

Chiediamo, quindi, che ci si metta mano con un progetto di trasformazione serio ed adeguato.

Comunità Territoriale del VII Municipio