Tor Vergata, tornano alla luce antiche terme romane grazie allo scavo dell'università.

Un complesso termale romano di 500 metri quadrati, con ogni probabilità collegato a una lussuosa villa del I secolo, è stato scoperto a Tor Vergata, estrema periferia della Capitale, grazie a un progetto di scavo degli studenti dell'omonima Università, condotto in convenzione con la Sovrintendenza archeologica di Roma. Nell'area, originariamente destinata all'edilizia residenziale ma che diventerà zona a verde, sono stati recuperati pregevoli stucchi dipinti ed elementi decorativi.
Nello scavo si sono avvicendati 37 allievi, tra laureati e iscritti ai corsi di laurea triennale e specialistica in beni culturali e archeologia. Dal 12 maggio, in sole sei settimane, hanno portato alla luce integralmente due ambienti, uno tetralobato e uno con una abside, riferibile appunto a un complesso termale che presenta già alle prime indagini caratteristiche fuori dal comune. La decorazione era in stucchi rossi e azzurri e parte della pavimentazione, di cui alcuni tratti sono stati portati alla luce, in mosaico. E' stata inoltre ritrovata una moneta di età Giulioclaudia su cui sono in corso approfondimenti; si cercano ulteriori reperti che possano indicare con esattezza chi era il proprietario del complesso residenziale, certamente un facoltoso romano che aveva scelto per la sua villa la zona lungo la via Tuscolo-Fidene che è ancora visibile, con il suo rivestimento in basolato, a poche decine di metri dallo scavo (foto di Angelo Franceschi/F3PRESS)

Vai all'articolo/foto

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/06/07/foto/tor_vergata_tornano_alla_luce_antiche_terme_romane-88311573/1/#1