RELAZIONE SOPRALLUOGO ASSESSORATO LL.PP. e PERIFERIE

Come promesso, il 17 ottobre,  ha avuto luogo il sopralluogo nel quartiere con Roberto Baldetti, capo staff tecnico dell’Assessore Masini, e due tecnici.

Abbiamo avuto l’opportunità di poter mostrare, con puntualità e dovizia di particolari, tutte le problematiche che già erano state oggetto del precedente incontro del 9 ottobre.

Siamo partiti dalla viabilità “scellerata” di via di Tor Vergata : si è analizzato come si potrebbe migliorare la fluidità del traffico sulla rotatoria grande davanti al Centro Commerciale - restringimento della rotatoria con creazione di una terza corsia -  e  come mettere in sicurezza l’entrata/uscita tra via Gioacchino Volpe e via di Tor Vergata, anche in vista del completamento del PdZ - creazione di una rotatoria all’altezza di via Ferruccio Ulivi,( palazzine Ater) -.

 Abbiamo mostrato gli scavi incompiuti per l’asilo nido,  per il quale, purtroppo, se non si sblocca il patto di stabilità, c’è poco da fare.

Siamo poi passati per il percorso ad ostacoli che rappresenta via Schiavonetti, importante ed indispensabile arteria di collegamento da/per il nostro quartiere. E, con l’occasione, abbiamo fatto ammirare il nostro Campo Nomadi “provvisorio”.

Poi siamo andati su via Sandro Penna per  far rilevare come un piccolo ostacolo – l’apertura di via Sandro Penna - possa mettere in scacco una  intera comunità che è in attesa, dal giugno 2012, del completo riordino delle linee Atac,  con il prolungamento del 504.

Passando non abbiamo mancato di far notare il Parco Archeologico, altra incompiuta del quartiere.

Quindi a Barcaccia abbiamo visto  lo svincolo sulla Tuscolana, per il quale, in quel momento, eravamo in attesa della ripresa dei lavori a completamento.

Sia in via Galvano della Volpe che a Barcaccia,  abbiamo fatto vedere come una strada, già sul PRG, via Margherita Yourcenar,  potrebbe risolvere il collegamento tra le varie parti del quartiere e non solo.

Sempre a Barcaccia abbiamo mostrato dove si potrebbe aprire un percorso pedonale verso via Simeri Crichi,  per agevolare gli abitanti che vogliono raggiungere via di Tor Vergata. Non abbiamo mancato di informarli che per la scuola materna di  via Enzo Paci, l’unica realtà scolastica del quartiere,  è stata presentata  una richiesta di ampliamento.

Tornando indietro abbiamo anche fatto vedere il marciapiede che abbiamo ottenuto  durante la precedente amministrazione, evidenziando la necessità di migliorare, su tutta la strada, l’illuminazione nelle ore notturne, per mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali.

Dopo un paio d’ore ci siamo lasciati con l’impegno, da parte dei nostri interlocutori,  di fare una progettazione di massima per le due rotatorie di via di Tor Vergata con una previsione di costi. E di verificare , inoltre, per via Schiavonetti,  la possibilità di una transazione bonaria con la Parsitalia, Società costruttrice del  Centro Commerciale e del palazzo uffici, la cui area è stata da loro  gestita  in convenzione fino al 2011. A rigor di legge, tutta l’area dopo 10 anni sarebbe dovuto passare in carico al Comune, ma quest’ultimo non  l’ha ratificato poiché non riteneva che, proprio il manto stradale, fosse rispondente alla sicurezza della viabilità alla quale è sottoposto.